In morte di Paolo Poli

Rate this item
(0 votes)

Diceva il grande timoniere che ci sono morti che pesano come una piuma e morti che pesano come una montagna. Paolo Poli e' stato una vetta inarrivabile, un grande amico, un poeta unico, un dolcissimo politicamente uncorrectly. Sappiamo che riderebbe delle nostre lacrime tanto prima poi mi 'raggiungete tutti'. Si dice anche che nessuno e' indispensabile ma Paolo Poli eri semplicemente insostituibile perche' sapeva unire l'alto e il basso, come ha detto l'inseparabile amico Pino Strabioli, con una naturalita' assoluta nella sua comicita' pura e delicata. Era omosessuale in tempi in cui era facile 'finire in galera' e non lo nascondeva. Lo abbiamo risentito l'altra sera nella bellissima intervista di Pino Strabioli trasmessa da Rai 3 sacrificando una delle sue trasmissioni di punta. Dobbiamo essere grati al direttore di rete e agli amici di Linea Notte, quando il servizio pubblico e' in grado di ricordare adeguatamente un grande della Repubblica con e Paolo Poli possiamo finalmente essere fieri anche della Rai e in questo caso delle rete3 a cui vanno i complimenti di Gaynet Italia, associazione dei giornalisti lgbt italiani. Addio Paolo, grazie per la levita' e l'allegria che ci hai donato per tutta la tua fantastica vita.

\r\n

Franco Grillini, presidente di Gaynet Italia.

e-max.it: your social media marketing partner

Featured Video