Oblivion: the Human Jukebox a teatro a Milano fino al 19 febbraio

Rate this item
(0 votes)

Oblivion: the Human Jukebox. Dal 31 gennaio al 19 febbraio 2017 MTM Teatro Leonardo, Milano Cinque contro tutti. Un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Questo è Oblivion: the Human Jukebox, lo spettacolo dei cinque madrigalisti che rileggono canzoni famose, da sempre amati dal pubblico Lgbt.

\r\n

Alla perversa creatività dei cinque cialtroni più irriverenti del teatro e della rete si aggiunge, questa volta, quella del loro pubblico che contribuirà a creare il menù della serata suggerendo gli ingredienti della pozione. Gli Oblivion hanno in repertorio tutti i grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di cazzotti, mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate. Un flusso di note e ritmi infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori, ogni sera, per una esperienza folle e mai ripetibile. L\'improvvisazione e l\'emozione è assicurata: nessuno spettacolo sarà uguale al precedente. Dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano e Il Volo. Un interessante osservatorio per tastare il polso musicale delle città: «A Milano sembra di essere su Spotify, ci chiedono di tutto dal rock alla musica africana — ha dichiarato Lorenzo Scuda al Corriere della Sera — mentre a Roma il 70% delle richieste sono Ranieri, Baglioni, e Renato Zero, per questo qui osiamo proporre il nostro scellerato progetto, “La storia del rock a 5”, una sorta di Wikipedia con più di 60 gruppi in ordine cronologico, da Bowie a Santana, da Marilyn Manson ai Pink Floyd; come abbiamo colmato le lacune su Alessandro Manzoni con “I Promessi Sposi in 5 minuti”, ora lo facciamo con il rock».

\r\n

Oblivion: the Human Jukebox è la playlist che non hai mai avuto il coraggio di fare, uno Spotify vivente che provoca scene di panico, isteria collettiva, ma soprattutto interminabili richieste di bis!

e-max.it: your social media marketing partner

Featured Video